Come disinfettare il parquet in 3 step senza rovinarlo

Aggiornamento: apr 7

In questo periodo così particolare, in cui è fondamentale essere attenti all'igienizzazione della nostra abitazione, sorgono gli interrogativi più disparati su come disinfettare il nostro parquet senza rovinarlo.


Con questa breve guida su come igienizzare il parquet illustreremo chiaramente tutti passaggi necessari per svolgere al meglio questa attività di sanificazione in poco tempo e in totale sicurezza.


La rimozione della polvere è un’importante operazione propedeutica alla disinfezione del parquet, eseguirla sempre con un panno elettrostatico o con un aspirapolvere provvisto di setole morbide, dettaglio importante se vogliamo preservare la superficie da eventuali scalfitture.

Un altro intervento importante che va fatto prima di disinfettare il parquet è sgrassare la sua superficie da eventuali residui. In questo caso è fondamentale utilizzare detergenti specifici a seconda del tipo di finitura (verniciato o oliato) per non rovinare il parquet.

Infine per disinfettare il parquet, se è verniciato, è sufficiente preparare una miscela di 30 ml di alcool etilico (due cucchiai) diluiti in 3 litri d’acqua e passarla sulla superficie utilizzando un panno strizzato molto bene. Se il parquet è oliato è necessario utilizzare un detergente neutro igienizzante specifico ricco di olii naturali.
598 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti